Le buone regole per depurare il fegato

I metalli pesanti che ingeriamo non vengono eliminati naturalmente: l’organismo li accantona e li accumula. L’essere umano che si nutre di carne o di pesce presenta dei livelli di metalli pesanti superiori a quelli di un vegetariano. Questo perché anche gli animali sono degli “accumulatori” di metalli pesanti e quindi ne contengono molto più dei vegetali.
La principale funzione del fegato è quella di trattenere le tossine per evitare che entrino in circolo. Le sue cellule scompongono le sostanze tossiche e le eliminano.

Cosa avviene però quando le tossine sono tante? Il fegato si sovraccarica e non è più in grado di svolgere il suo lavoro.
Le tossine sono: farmaci, cibo spazzatura, inquinamento, bevande alcoliche etc.
Il fegato va mantenuto efficiente, diversamente vengono alterate le sue funzioni:
metabolismo dei carboidrati, delle proteine, dei grassi;
metabolismo degli ormoni;
disintossicazione dell’organismo;
immagazzinamento di vitamine e ferro.
Se periodicamente il fegato non viene depurato, molte di queste funzioni vengono compromesse con le varie conseguenze che ne derivano.

L’affaticamento del fegato comporta:

  • spossatezza;
  • disturbi digestivi;
  • dissenteria/stitichezza;
  • inappetenza;
  • ipercolesterolemia;
  • sovrappeso/deperimento;
  • nausea.

La mancata depurazione del fegato può dar luogo a:

  • calcoli biliari;
  • epatite;
  • cirrosi;
  • infezioni.

Come disintossicare il fegato: l’alimentazione consigliata

Fra i cibi depurativi per il fegato abbiamo la cicoria, il tarassaco che aiuta soprattutto in caso di calcoli biliari, le carote e le papaye che contengono vitamina A ed E, i carciofi che stimolano la produzione della bile e depurano il sangue, le barbabietole sono un decongestionante naturale del fegato e della colecisti, inoltre il succo migliora il drenaggio epatico, i pomodori ricchi di licopene che aiutano il metabolismo. Sono molto utili anche il songino, i ravanelli, il cardo mariano, il cavolo, l’acerola, l’aglio, le cipolle, i broccoli, la rucola, le bietole, gli asparagi, le uova, i peperoni ed il crescione.
Sono molto consigliati anche i cibi ricchi di magnesio, poiché il magnesio aiuta il fegato nelle sue funzioni ed i cibi ricchi di zolfo.
Il succo di carota è molto importante perchè è ricco di vitamina C e gli antocianosidi, che aiutano a depurare e proteggono le cellule del fegato, aiutandole a rigenerarsi.
Il succo di limone, ricco di antiossidanti, o anche la classica tazza di acqua tiepida e limone assunta la mattina a digiuno, un ottimo depurante.
Il succo di mela ricco di triterpenoidi ottimo per prevenire i tumori epatici.
Il succo di mirtilli, infine, che è ricco di antiossidanti.
Anche l’orzo solubile è ottimo per depurare il fegato. E’ disintossicante, aiuta l’apparato digerente ed è leggermente lassativo.

Gli alimenti da evitare: cibi industriali, precotti, conservati, con molto sale, zucchero o grassi (quindi no ai cibi raffinati), evitare gli oli che non siano olio d’oliva (attenzione: leggete gli ingredienti degli alimenti che comperate), evitare i grassi di origine animale.
Si associano alcol e sigarette, assolutamente da evitare (specie l’alcol che è davvero dannoso per il fegato).
Va moderato il consumo del cibo fritto o ricco di glutammato, idem per i latticini e carni rosse, d’insaccati e cibi grigliati. Limitare anche il consumo di caffè e di sale.

Come disintossicare il fegato: le buone regole

Per depurare il fegato in maniera naturale e semplice:

  • bere molta acqua (2 litri al giorno);
  • fare movimento e mantenersi in formazione dedicare almeno un giorno alla settimana o ogni 15 giorni alla depurazione;
  • assumere molte fibre e vitamine (lavare bene frutta e verdura);
  • condurre una vita equilibrata e regolare.
  • Le tisane depurative, come i centrifugati, sono ottimi alleati nella depurazione del fegato. Nello specifico sono molto utili le tisane a base di: Cardo Mariano, Cynara Scolymus, Rosmarino, Tarassaco, Genziana, Zenzero, Pilosella, Peduncoli di ciliegia, Carciofo e Fumarias.

Quali sono i benefici che si traggono dalla depurazione del fegato? Si assimilano meglio i nutrienti, niente più dolori e bruciori, intestino regolare, ci si sente più energici e meno affaticati, scompare l’alito cattivo, la pelle migliora di tono e colore, unghie più sane e resistenti, tessuti più elastici e ben ossigenati, si dorme meglio e ci si sveglia riposati e digestione migliore
.

By | 2016-10-18T18:22:52+00:00 ottobre 18th, 2016|Blog|